le nostre storie

Emergenza Covid

Emergenza Covid

La pandemia in Uganda Notizie in aggiornamento   30 giugno 2021 Covid-19 mette in ginocchio il Paese, contagi aumentati del 2.800%Persone decedute nelle corsie di ospedale o nelle proprie abitazioni, carenza cronica di ossigeno e un aumento dei contagi ormai fuori...

Non c'è due senza te! In collaborazione con Fondazione Mediolanum   L’inizio del 2021 ha portato una stupenda novità negli uffici di Fondazione Italia Uganda: una collaborazione con Fondazione Mediolanum! Siamo davvero orgogliosi di raccontarvelo perché, come...

Diventare mamma in Uganda

Diventare mamma in Uganda

Brenda oggi ha 14 anni, ma ancora non è riuscita a terminare le scuole elementari. Da quando era piccola ha sempre dovuto prendersi cura del padre infermo, perché la mamma Evelyne lavorava tutto il giorno per poter sfamare lei e i suoi 5 fratelli. All’inizio del 2019,...

Social Jewels: per le donne e con le donne

Social Jewels: per le donne e con le donne

Al Talent Garden Calabiana di Milano, dove da pochi mesi si trovano i nostri uffici, in occasione della Festa della donna abbiamo omaggiato tutte lavoratrici con le collane create dalle donne degli slum di Kireka e Kitintale, che sosteniamo attraverso il progetto...

Il Charity Work Program continua alla BCK e al BMC

Il Charity Work Program continua alla BCK e al BMC

Anche quest’anno gli studenti dell’Università Cattolica avranno l’opportunità di partecipare all’UCSC Charity Work Program in Uganda. Si tratta di un programma di solidarietà promosso dall’Università Cattolica che ogni estate manda in diversi paesi del mondo numerosi...

Tutti a scuola…con lo scuolabus!

Tutti a scuola…con lo scuolabus!

Il traffico dell’Uganda non è esattamente come quello delle nostre città e soprattutto nelle ore di punta è quasi impossibile muoversi per la strada perché il traffico è caotico; automobili, boda boda, camion e altri automezzi si muovono in modo disordinato e i...

Il lavoro che sostiene un’intera famiglia

Il lavoro che sostiene un’intera famiglia

Faridah ha lasciato marito e figli al villaggio di origine per cercare un impiego più remunerativo in città. Prima lavorava come sarta vicino a casa, ma l’attività era minima e non le consentiva di provvedere alla famiglia. In missione è stata assegnata al laboratorio...

Il progetto ambizioso di Richard

Il progetto ambizioso di Richard

Richard è un ragazzo molto capace, laureato in Medicina alla Makerere University, con uno spiccato spirito imprenditoriale. Questa sua caratteristica gli ha permesso di vincere la borsa di studio e accedere al master in “Global Business & Sustainability”...

Notizie

Come è cambiata la vita di Jennifer

Come è cambiata la vita di Jennifer

Jennifer ha 40 anni ed è madre di 5 figli. Convive da diverso tempo con l'HIV, ma non si è mai lasciata abbattere: ha sempre fatto di tutto per sostenere la propria famiglia e garantire l'istruzione ad almeno 3 dei suoi 5 figli. Prima del lockdown, svolgeva diversi...

L’esperienza di Clara durante il lockdown

L’esperienza di Clara durante il lockdown

Mi chiamo Clara e frequento la Bishop Cipriano Kihangire. Questa quarantena mi ha fatto vivere molte esperienze, sia positive che negative. Un giorno mi sono svegliata nel cuore della notte e ho sentito mia nonna che piangeva. Quando mi sono svegliata ero davvero...

Vincenzo

Vincenzo

studente del quinto anno del corso di laurea a ciclo unico in Medicina e chirurgia, facoltà di Medicina e chirurgia, campus di Roma Partite, mettetevi in viaggio lasciando da parte i pregiudizi e i timori che talvolta ci offuscano la vista, allargate lo sguardo,...

Vincenzo

Vincenzo

23 anni, di Frattamaggiore (Na), studente del quarto anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia, campus di Roma “Un mese in Uganda, in Africa, a 5.000 km da casa, non sarà troppo?” Questo l’interrogativo che mi risuona in testa mentre chiudo i bagagli e ultimo i...

Michela

Michela

Quando si parte per l’Africa per la prima volta si è carichi di aspettative, molte alimentate dagli stereotipi su questo continente sconfinato. Nel mese che ho trascorso in Uganda queste sono state in parte confermate e in parte stravolte. Lo stesso parlare di Africa...

Giuseppe, 23 anni, di Gravina (Ba)

Giuseppe, 23 anni, di Gravina (Ba)

Quarto anno laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, facoltà di Medicina e Chirurgia, campus di Roma Non l’avrei mai detto. Non l’avrei mai detto che sarebbe stata l’esperienza più bella e più forte della mia vita (finora). Prima di partire per...

Martina, 24 anni, di Galbiate (Lc)

Martina, 24 anni, di Galbiate (Lc)

Primo anno della laurea magistrale in Consulenza pedagogica per la disabilità e la marginalità, facoltà di Scienze della Formazione, campus di Milano In Africa può anche succedere di passare un intero pomeriggio ad aspettare che la pioggia smetta e il temporale passi....

Federica, 25 anni, di Milano

Federica, 25 anni, di Milano

Neolaureata in Medicina e Chirurgia, campus di Roma Non sapevo cosa significasse il Mal d’Africa. Ora che sono tornata alla vita di tutti i giorni lo so. Credo che sia la sensazione di stretta allo stomaco che sento ogni volta che ci ripenso, un senso di vuoto come se...

Beatrice, 25 anni, di Corvino San Quirico (Pv)

Beatrice, 25 anni, di Corvino San Quirico (Pv)

Laureata magistrale in Filosofia, facoltà di Lettere e filosofia, campus di Milano Dell’Africa sognavo di poter immortalare le strade sterrate di terra rossa, le persone che camminavano e i boda-boda. Tutto era incredibile semplicemente perché non era immaginabile. I...

Scopri le aree di intervento

Educazione

Orfani a causa di malaria, HIV e di una guerra civile durata decenni. Scuola pubblica e materiali con un costo.

Tutto ciò impedisce ai bambini e ai ragazzi il diritto allo studio e la speranza di una vita migliore.

Salute

Orfani a causa di malaria, HIV e di una guerra civile durata decenni. Scuola pubblica e materiali con un costo.

Tutto ciò impedisce ai bambini e ai ragazzi il diritto allo studio e la speranza di una vita migliore.

formazione e lavoro

Orfani a causa di malaria, HIV e di una guerra civile durata decenni. Scuola pubblica e materiali con un costo.

Tutto ciò impedisce ai bambini e ai ragazzi il diritto allo studio e la speranza di una vita migliore.

Condividi con gli amici

Educazione

Formazione e lavoro

whatsapp Facebook