Formazione e lavoro

Dall’università all’Uganda: l’esperienza di Federico da volontario

Dall’università all’Uganda: l’esperienza di Federico da volontario

“Quando ho aperto la mail della mia università in cui si leggeva che Fondazione Italia Uganda era alla ricerca di un tirocinante per svolgere un’attività improntata allo sviluppo turistico in Africa Orientale, mi ci sono buttato a capofitto”. E’ questa l’energia con la quale esordisce Federico, l’ultimo volontario partito alla volta di Kampala insieme alla nostra Fondazione.

Social Jewels: per le donne e con le donne

Social Jewels: per le donne e con le donne

Al Talent Garden Calabiana di Milano, dove da pochi mesi si trovano i nostri uffici, in occasione della Festa della donna abbiamo omaggiato tutte lavoratrici con le collane create dalle donne degli slum di Kireka e Kitintale, che sosteniamo attraverso il progetto “Social Jewels”. Il Talent Garden è infatti uno spazio dove lavorano molte imprese. Un dono che ha incuriosito e che ha permesso di far conoscere la nostra attività a favore delle donne più povere della periferia di Kampala.

Il lavoro che sostiene un’intera famiglia

Il lavoro che sostiene un’intera famiglia

Faridah ha lasciato marito e figli al villaggio di origine per cercare un impiego più remunerativo in città. Prima lavorava come sarta vicino a casa, ma l’attività era minima e non le consentiva di provvedere alla famiglia.
In missione è stata assegnata al laboratorio di sartoria, dove ha imparato bene a usare anche i macchinari.

Un piccolo passo per uscire dalla povertà

Un piccolo passo per uscire dalla povertà

Betty è una vedova di 35 anni che vive nello slum di Kireka. Ha 5 figli ma con lei vivono anche i due figli del fratello, purtroppo deceduto. Per Betty era molto difficile provvedere alla sua numerosa famiglia senza un lavoro stabile. Non poteva permettersi di mandare...

Prima di salutarci

Richiedi il nostro magazine "Solidarietà per la pace". Compila qui il form e ricevilo subito via email!